Il corso forma laureati in grado di operare nell'ambito dell'economia e della gestione delle imprese, delle aziende pubbliche e delle aziende non profit, anche con riferimento a specifici e particolarmente dinamici settori del terziario.
In particolare, il corso può conferire le competenze appropriate per l'interpretazione e la gestione di contesti competitivi, caratterizzati da rapidi processi di innovazione che investono sia le grandi imprese che le PMI, nonché i beni e i servizi e dedica particolare attenzione alla acquisizione ed allo sviluppo di competenze e tecniche di management, utili per le imprese e le istituzioni pubbliche e non profit. Il corso può anche conferire gli strumenti necessari per la conoscenza del sistema economico e del quadro normativo ed organizzativo delle imprese. Fornisce competenze specifiche di natura amministrativa, gestionale, finanziaria, tributaria, di auditing, di reporting per operare nell'ambito delle funzioni amministrative e di controllo delle imprese e nel campo della consulenza professionale. Infine, il corso può fornire conoscenze avanzate, strumenti e metodologie appropriati per la comprensione e la gestione delle dinamiche evolutive aziendali e dei contesti ambientali, per lo sviluppo di competenze di progettazione, amministrazione, gestione e controllo strategico, valutazione delle performance e valorizzazione del personale e di patrimoni privati e pubblici nell'ambito delle imprese e delle aziende private, for profit e non profit e pubbliche che operano nei settori sanitario, sociosanitario, turistico e dei servizi alberghieri, culturale e nel mondo della comunicazione.

I laureati nei Corsi di Laurea Magistrale della classe possiederanno:
- un'approfondita conoscenza in ambito economico-aziendale e manageriale, matematico-statistico e giuridico, ottenuta attraverso la combinazione di discipline e di modalità di apprendimento e acquisizione di capacità che permettono loro di affrontare le problematiche aziendali nell'ottica integrata propria delle direzioni aziendali e della programmazione e gestione del cambiamento;
- approfondite conoscenze sopra richiamate anche tramite l'uso di metodologie quantitative (modelli, ricerche di mercato) e della prospettiva internazionale e interculturale;
- acquisire le metodologie, i saperi e le abilità necessarie a ricoprire posizioni di responsabilità nell'amministrazione e nel governo delle aziende, nonché a svolgere le libere professioni dell'area economica;
- la capacità di utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
Il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management (CLEM) a partire dall’anno accademico 2016-17 prevede al suo interno cinque percorsi formativi:
1) un percorso volto alla formazione di esperti orientati alla gestione di contesti competitivi che investono sia le grandi imprese che le PMI;
2) un percorso volto alla formazione di professionisti e consulenti dotati di competenze specifiche di natura amministrativa, finanziaria, gestionale e giuridica;
3) un percorso volto alla formazione di quadri ed esperti con un forte orientamento ad operare nelle aziende (private, pubbliche e non profit) che operano nel mondo del turismo e della comunicazione, dei servizi sanitari e dei servizi culturali;
4) un percorso volto alla formazione di funzionari e dirigenti delle Pubbliche Amministrazioni;
5) un percorso volto alla formazione del giurista d'impresa.

A partire dall’anno accademico 2017-18 il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management ha sviluppato al suo interno un ulteriore percorso formativo sulle Leadership e Soft Skills. Il nuovo curriculum accrescerà le competenze degli studenti iscritti al CDL in termini di nuove capacità orientate al mondo del lavoro (come la leadership, la capacità di concepire idee innovative, la creatività, ecc.) e si potrà avvalere della competenza presente sia nel nostro Ateneo, sia del mondo aziendale.