“Dal punto di vista didattico e organizzativo, il master è in assoluto il più completo, riconosciuto e professionale tra le offerte formative in materia di regolazione dei mercati“
Riccardo F., VII edizione

Presentazione

Il Master di II livello in Antitrust e regolazione dei mercati raggiunge da 15 anni l’obiettivo di formare figure professionali nelle attività di progettazione, attuazione e valutazione delle politiche di regolazione e di tutela della concorrenza nei mercati delle comunicazioni elettroniche, energia, trasporti, servizi postali, idrici e ambientali.
Il metodo di insegnamento si caratterizza per l’approccio interdisciplinare e l’interazione tra i profili teorici e quelli pratici. Il percorso di studio e associa alla didattica frontale il dialogo con i rappresentanti dei principali enti pubblici e privati operanti nei settori della regolazione della tutela della concorrenza. A questo sono dedicati i numerosi interventi nel corso delle lezioni, l’organizzazione di seminari, la partecipazione a convegni, il coinvolgimento in presentazioni aziendali ed interviste. I frequenti momenti di discussione costituiscono un’importante opportunità ai fini dell’applicazione delle conoscenze acquisite alle problematiche concrete delle istituzioni, delle aziende e delle realtà professionali, e dell’acquisizione di un approccio consapevole al mondo del lavoro.
Il tirocinio formativo finale, obbligatorio per la conclusione del master, è individuato seguendo le capacità e le attitudini professionali che i discenti maturano nel corso di questa esperienza altamente formativa.
Grazie a questa scelta e a testimonianza del prestigio e del riconoscimento ottenuto dal Master, dal 2002 ad oggi 236 studenti (su un totale di 269) hanno  trovato collocazioni di lavoro soddisfacenti rispetto alle proprie aspirazioni e decisamente coerenti con la propria preparazione offerta, assumendo posizioni professionali di rilievo all’interno delle più affermate realtà istituzionali, aziendali e professionali.

Diretto a:
Il Master è diretto:
- alla formazione di neo-laureati (Economia, Giurisprudenza, Scienze politiche, Scienze statistiche, Ingegneria), anche e soprattutto in vista dell’inserimento in amministrazioni pubbliche,  organizzazioni internazionali, authorities, aziende, studi legali e società di consulenza;
-  all’aggiornamento di coloro che, pur operando attivamente in queste realtà, aspirino a innalzare la propria preparazione professionale. A tal fine, è prevista anche la partecipazione a singoli moduli didattici.

Didattica
Il metodo didattico e di apprendimento adotta un taglio interdisciplinare per offrire formazione e conoscenze che consentano di cogliere i diversi profili - giuridici, economici e tecnici -  della regolazione e della tutela della concorrenza.

La Didattica in Aula
La formazione in aula si sviluppa in due quadrimestri
Sono previste almeno 400 ore di didattica e testimonianze frontali, articolate in 7 moduli per complessive circa 100 sessioni di 4 ore ciascuna.  Le lezioni si tengono giovedì e venerdì da marzo a novembre. La frequenza è obbligatoria.
L’avvio del corso può essere preceduto da un modulo consigliato (9 sessioni), diretto ad amalgamare la preparazione dei partecipanti su temi di base di diritto ed economia.

La durata del percorso e l’entità dell’impegno richiesto agli studenti garantiscono l’acquisizione di un grado decisamente elevato di conoscenze e competenze, necessarie per la formazione delle figure professionali maggiormente richieste dal mondo del lavoro.

Il primo quadrimestre (circa 50 sessioni) prevede tematiche comuni a tutti i settori:
strumenti e politiche industriali e di regolazione;
• strumenti e politiche di tutela della concorrenza;
• scenari dei mercati liberalizzati;
• analisi di bilancio e valutazione delle scelte di investimento;
• concorrenza e regolazione in altri settori dei servizi pubblici di rilevanza economica (10-12 sessioni ciascuno):

  • postali,
  • servizi idrici e ambientali.

Il secondo quadrimestre approfondisce problematiche settoriali (19-22 sessioni ciascuno):

  • energia;
  • comunicazioni;
  • trasporti.

A conclusione di ciascun modulo, sono previste prove scritte per la valutazione degli studenti. A conclusione di ciascun quadrimestre, i frequentanti sono tenuti a presentare relazioni su temi di loro interesse.
La qualità del percorso è assicurata attraverso la somministrazione periodica (al termine di ciascun modulo), di schede per la  valutazione delle materie trattate, dell’organizzazione e della docenza da parte dei frequentanti.

Frequenza
La frequenza è obbligatoria e richiede un impegno a tempo pieno.  Il rilascio del titolo di master è subordinato alla presenza ad almeno il 75% delle lezioni.

Stage
La parte conclusiva del Master si articola in un tirocinio formativo presso istituzioni, aziende, studi di consulenza e studi legali internazionali.
L’esperienza si svolge sotto la supervisione di un tutor universitario (docenti del Master) e di un tutor professionale (solitamente un funzionario), per completare al meglio la formazione professionale dei partecipanti e propiziarne l'inserimento nel mondo del lavoro. Il regolamento del corso prevede un periodo minimo di tre mesi, ma normalmente si concordano periodi più lunghi, che vanno dai sei fino ai dodici mesi.
I tirocinanti sono impegnati attivamente nell’analisi e nella gestione di problematiche concorrenziali e regolatorie che i soggetti ospitanti si trovano a fronteggiare nei rispettivi mercati. Il taglio dei tirocini è dunque improntato a una sintesi fra “studio e lavoro”.
Il master organizza incontri con le aziende e le istituzioni, finalizzati a illustrare le politiche di stage e di reclutamento da parte di ciascuna di esse, i profili professionali richiesti, le prospettive di inserimento professionale stabile. Tale iniziativa ha come finalità di facilitare la scelta della sede dello stage da parte degli studenti.  La definizione della sede di stage è il risultato di scelte concordate fra i partecipanti al master e i soggetti ospitanti, coordinate dalla segreteria e dal responsabile del corso.
Tirocini possono essere eventualmente realizzati anche presso imprese o Istituzioni estere .

Modalità di accesso, costo e agevolazioni
L’accesso al corso avviene sulla base di una selezione (link bando). 
La quota di iscrizione ammonta a € 6.900,--  (il pagamento può essere effettuato in tre rate).
Sono previste agevolazioni per motivi di disagio economico, per merito e per handicap.
Infine, fra i partecipanti al corso è scelto un tutor d’aula con  il compito di coordinare e riportare alla segreteria e al coordinatore richieste e valutazioni dell’aula in relazione all’organizzazione e alla qualità della didattica.

I partecipanti possono frequentare liberamente la biblioteca e il laboratorio linguistico della Facoltà e avranno a disposizione, in uso esclusivo, un’aula con 10 postazioni di computer.

Il materiale didattico è interamente messo a disposizione dal master a titolo gratuito.

Partecipazione singoli moduli
A coloro che siano interessati all’approfondimento o all’aggiornamento su specifiche problematiche o settori, è consentita la partecipazione a singoli moduli, con rilascio dell’attestazione di frequenza.