Ho scelto il master in “Antitrust e Regolazione dei mercati” per l’approccio soprattutto “pratico” oltre che teorico delle lezioni
Maurizio B., XIV edizione

Testimonianze

Formazione di qualità in modo che le società e le istituzioni partner possano incontrare studenti ben preparati sulle tematiche affrontate

Paolo B., XV edizione

Il Master in Antitrust e Regolazione dei mercati non è un master commerciale, di quelli organizzati dalle università “per fare cassa”, ma ha lo scopo di dare una formazione di qualità in modo che le società e le istituzioni partner possano incontrare studenti ben preparati sulle tematiche affrontate. Questo è ciò che ci è stato spiegato il giorno dei colloqui e che, dopo aver terminato il mio percorso di studi, mi sento sinceramente di confermare.

Il programma è impegnativo e molto denso. Durante le lezioni si ha l’opportunità di incontrare vari professionisti affermati , che sono stati spesso disponbili nel raccontare le principali problematiche lavorative che si prospettano nel futuro, dando a volte consigli utili per ragazzi che si affacciano nel mondo del lavoro. La classe nel mio caso non era molto numerosa e la possibilità di interagire con i docenti, chiedendo chiarimenti e scambiando opinioni, è a mio avviso un’opportunità da sfruttare al meglio.

Attualmente sto per terminare la mia esperienza di stage presso il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e durante i mesi di tirocinio penso di avere imparato moltissimo. L’aver incontrato più persone che sono entrate nella società tramite il master e che stanno facendo ottime carriere mi ha dato, inoltre, conferma circa la bontà del mio percorso di studi.

Premettendo che la mia esperienza è stata molto positiva, non mi sentirei di consigliare il master a chiunque, in quanto penso sia necessario intraprendere un percorso del genere solo qualora si abbiano forti e corrette motivazioni. Considerando che la mole di studio è parecchia e alcune tematiche sono piuttosto complesse, prima di iniziare bisognerebbe essere piuttosto convinti di voler lavorare per uno dei settori di pubblico interesse trattati dal master (trasporti, energia, telecomunicazioni, poste e altri).

Ritengo, inoltre, che la materia sia principalmente indicata per chi ha il desiderio di migliorare i servizi pubblici e vede nella regolazione e nell'antitrust degli strumenti fondamentali per raggiungere questo obiettivo. Una predisposizione a osservare i mercati più nell'ottica dell’interesse collettivo che del singolo è a mio avviso necessaria per questo programma di studi, in quanto aiuta sia a vivere le lezioni con entusiasmo che a partecipare più attivamente alle iniziative promosse dal master.

Il master apre moltissimi canali a livello lavorativo, se questi si combinano con delle motivazioni solide ed in linea con le finalità formative del corso si avrà sicuramente un’esperienza di successo.