Login

ORGANIZZAZIONE DEI BENI E ATTIVITA' CULTURALI

Programma

Aggiornato A.A. 2017-2018

Obiettivo del corso: Il corso ha l'obiettivo di fornire agli Studenti le principali categorie logiche e i concetti fondamentali dell’organizzazione delle aziende culturali. I concetti teorici rilevanti per l’analisi e la gestione della azienda culturale includono sia le variabili di natura istituzionale, sia le variabili di natura organizzativa, dal punto di vista delle caratteristiche sia struttura (forme organizzative e sistemi di direzione) sia contestuali (dimensioni sociali e culturali della organizzazione). Il corso fornisce uno schema per “leggere” le condizioni di efficienza ed efficacia di dette dimensioni e, conseguentemente, per “progettarne” le eventuali esigenze di cambiamento e innovazione.

Contenuti del corso: Parte PRIMA: Dimensioni e caratteristiche settoriali (analisi del mercato di riferimento) Le aziende culturali presentato sistemi organizzativi peculiari strettamente connessi alla natura economica del loro settore operativo di intervento. La prima parte del corso è dunque tesa ad offrire gli strumenti per una puntale analisi e diagnosi degli elementi costitutivi del settori dei beni, dei servizi e delle attività culturali Parte SECONDA: Dimensioni di analisi istituzionale e organizzativa delle aziende e delle impresa culturali. In questa sessione di passeranno in rassegna gli assetti istituzionali ed organizzativi tipici delle settore, analizzandone peculiarità e differenze nel più ampio settore della economia della cultura. Parte TERZA: Dirigere le aziende culturali. A partire dalle caratteristiche specifiche rilevate nella seconda parte del corso, in questa sessione si analizzano le principali scelte inerenti la progettazione della macro struttura organizzativa e i sistemi di direzione. Le scelte di progettazione organizzativa saranno approfondite ed esaminate a partire da casi pratici ed in stretta correlazione con le scelte istituzionali proprie della particolare natura economia e, quindi, istituzionale di una organizzazione operante nel settore dei beni, dei servizi e delle attività culturali.

Materiali di studio: libro di testo: Hinna A., Minuti M., Progettazione e sviluppo delle aziende culturali. Principi, strumenti, esperienze, Carocci, 2009. Dispense di approfondimento. Per ogni argomento previsto nel programma vengono rese disponibili agli studenti una o più schede di riferimento, contenenti tutte le risorse informative e didattiche necessarie per la preparazione dell’esame (obiettivi formativi, contenuti della lezione, mappe concettuali, bibliografia e sitografia).

Metodo didattico: Lezioni frontali, seminari di ricerca e discussione di casi di studio. Gli studenti sono inoltre coinvolti attivamente in lavori di gruppo aventi ad oggetto l’approfondimento delle tematiche studiate e l’analisi di casi. Il programma del corso à fornito a ciascuno studente e riporta il calendario del corso, con la suddivisione degli argomenti sopra proposta e l’indicazione per ciascuno di essi dei normativi e bibliografici necessari per la preparazione dell’esame. Modalità di accertamento esame: L’esame si compone di due parti: una prova scritta e di un colloquio orale. La prova scritta, si compone di 3 domande aperte. La prova scritta sarà reputata sufficiente solamente nel caso in CUI lo studente avrà risposto in maniera sufficiente a 2 domande su 3. Il voto della provo scritta è espresso in trentesimi. Se il voto della prova scritta è insufficiente (inferiore a 18) lo studente non può ripresentarsi nell’appello immediatamente successivo all’appello in esame. Solamente nel caso in cui la prova scritta risultati sufficiente, sarà possibile sostenere la prova orale. La prova orale consiste nella discussione dei contenuti del compito e in un colloquio sui contenuti dell’intero corso. Il voto finale espresso in trentesimi tiene conto del voto della prova scritta e del risultato del colloquio orale.