Login

TEORIA DEI CONTRATTI FINANZIARI

Programma

Aggiornato A.A. 2017-2018

Il principale obiettivo del corso e’ introdurre gli studenti alla teoria degli incentivi, e ai
suoi legami con l’analisi della concorrenza nei mercati finanziari. Il corso e’ basato su articoli
scientifici, ma si fara’ costante riferimento ad alcuni libri di testo. Non sono richieste specifiche
conoscenze preliminari, ad eccezione della microeconomia di base, e della logica elementare. I
paragrafi seguenti illustrano in dettaglio i principali argomenti affrontati nelle lezioni.

A) Teoria dei Giochi in Forma Estesa
Distinzione tra forma normale e forma estesa. Concetti di Soluzione. Giochi dinamici con
informazione completa. Forma estesa e backward induction. Subgame perfection. Introduzione
ai giochi ripetuti.
Testo: R. Gibbons “A Primer in Game Theory”, 1992.

B) Teoria dei Contratti: il modello principal-agent
Questa parte del corso presenta una introduzione ai problemi di incentivo, considerando le specifiche
classi di giochi in cui alcuni giocatori possono impegnarsi in modo vincolante alle proprie
decisioni. In particolare, faremo riferimento alle situazioni seguenti
1. Definizione di feasible e optimal mechanisms.
2. Il trade-off tra rent extraction ed efficiency
3. Moral hazard: i principali trade-offs
Riferimenti:

-Myerson, R. (1982): Optimal coordination mechanisms in generalized principalagent
problems Journal of Mathematical Economics, 1, 67-81.

- Laffont, J.J. and D. Martimort (2002): The Theory of Incentives: The Principal-Agent
Model, Princeton Press.

C) Concorrenza tra Intermediari Finanziari
Questa parte del corso intende analizzare il ruolo delle asimmetrie informative e dei contratti
nell’ ambito della concorrenza nei moderni mercati finanziari. Ci concentreremo du problemi di
moral hazard e adverse selection.


1. Moral Hazard
Riferimenti:
(*) Bisin, A. and D. Guaitoli (2004): Moral Hazard and Nonexclusive Contracts, Rand
Journal of Economics 35(2), 306-328.
(*) Holmstrom, B. and J. Tirole (1998): Private and Public Supply of Liquidity, Journal of
Political Economy Vol. 106, No. 1, pp. 1-40.

2. Adverse Selection
Riferimenti:
(*) Akerlof, G. (1970): The Market for Lemons: Quality Uncertainty and the Market Mechanism,
The Quarterly Journal of Economics, Vol. 84, No. 3. pp. 488-500.
(*) Rothschild M. and J. Stiglitz (1976): Equilibrium in Competitive Insurance Markets: An
Essay on the Economics of Imperfect Information The Quarterly Journal of Economics, Vol. 90,
No. 4, pp. 629-649
(*) Attar, A., Mariotti, T., and F. Salanie (2011): Non-exclusive competition in the market
for lemons, Econometrica, 79(6): 1869-1918.

3. Liquidity and interbank Markets
Questa parte del corso si concentra sulla creazione di liquidita’ in presenza di asimmetrie informative.
Riferimenti:
(*) - Diamond, D. and Dybvig, P. H. (1983): Bank runs, deposit insurance and liquidity,
Journal of Political Economy 91, 401-19.
(*) Fahri, E., Golosov, M. and A Tsyvinski (2009): A Theory of Liquidity and Regulation
of Financial Intermediation, Review of Economic Studies, Vol. 76(3): 973-992.
(*) Tirole, J. (2011): Overcoming Adverse Selection: How Public Intervention Can Restore
Market Functioning, American Economic Review, 102(1): 31-59.