Login
Autenticazione studente

Accedi per la prima volta a questo portale?
Utilizza il seguente link per attivare il tuo utente e creare la tua password personale.
»  Crea / Recupera Password

Syllabus

EN IT

Obiettivi Formativi

Comprendere il funzionamento e la specificità delle banche ed il loro ruolo nel sistema dell’intermediazione.
A questo fine si affrontano le diverse aree gestionali della banca da quelle tipiche e tradizionali dell’intermediazione fondi e dei servizi di pagamento sino a considerare quelle più innovative connesse all’offerta di servizi di gestione alla clientela.
Dopo aver collocato i differenti business nell’ambito dell’evoluzione dei modelli di intermediazione si riflette sull’unitarietà evolutiva ed economica delle gestioni bancarie. Appare infatti chiaro che le soluzioni di intermediazioni tradizionali generano ed impongono l’adozione di modelli di servizio più avanzato che spesso si sganciano dalla gestione del denaro.
In questa prospettiva va vista anche la diversa esposizione ai rischi e le modalità di gestione degli stessi. Ugualmente l’evoluzione dei modelli di business ha riflessi sugli assetti organizzativi ed operativi.
L’effetto dell’evoluzione dei modelli e, parallelamente, la globalizzazione dei mercati mettono in tensione l’assetto regolamentare che viene quindi analizzato in prospettiva evolutiva.
Infine viene preso in esame il ruolo che il sistema finanziario ha nell’assicurare il rispetto della legalità nel sistema economico.

Prerequisiti

Economia degli Intermediari Finanziari

Programma

Presentazione del corso.
La banca e le regole
La regolazione prudenziale: lo stato dell’arte
La regolazione prudenziale: le prospettive
I modelli dell’intermediazione bancaria
I modelli dell’intermediazione bancaria (segue)
L’organizzazione della banca
La raccolta: i bisogni, i depositi
La raccolta: da PCT a cartolarizzazione. La raccolta indiretta
I prestiti: rischio di credito definizione e gestione. Valutazione del rischio ex-post
Politica dei prestiti e portafoglio
Equilibrio finanziario
Gestione liquidità
Risk management
Capitale, rischi e controlli
Il bilancio
Esercitazione (rischio di liquidità – patrimonio)
Le crisi bancarie: cosa cambia nella gestione
Le crisi bancarie: il caso
Le crisi bancarie: domande e risposte
L’assetto regolamentare e dei controlli nella distribuzione del credito
La distribuzione dei servizi finanziari: canali diretti ed intermediari del credito. Un inquadramento economico e normativo
La distribuzione captive ed indipendente: punti di forza e di debolezza
Il ruolo di agenti e mediatori: vendita e consulenza
L’evoluzione della distribuzione: verso la tecnologia
High tech o high touch: vantaggi e svantaggi

Testi Adottati

Materiale didattico:
Per gli studenti frequentanti il materiale per sostenere l’esame è costituito dalle slides utilizzate per le lezioni in aula.
Per gli studenti non frequentanti i testi di riferimento sono:
AAVV, “Banca: economia e gestione”, seconda edizione, a cura di Paolo Mottura, Milano Egea, 2016
Materiale disponibile on line su vigilanza e crisi bancarie
Nicola Bianchi, Umberto Filotto, Xenia Scimone, “Il settore degli agenti e mediatori dopo la riforma”, Bancaria n° 12, 2019, Roma
Andrea Ciani, “Agenti in attività finanziaria, Mediatori Creditizi ed altri Intermediari del credito”, Maggioli Editore, 2014

Regolamento Esame

Norme di comportamento all'esame
L'esame è un atto formale di verifica individuale dell'apprendimento dello/a studente/ssa, necessario per il regolare completamento del percorso di studi.
Durante le prove d'esame non è consentito per alcuna ragione comunicare con altri, consultare o tenere a disposizione materiale e dispositivi vari di comunicazione e memorizzazione dati (PC, cellulari, palmari, ecc. devono essere spenti), né copiare o far copiare.
La violazione delle regole suddette può compromettere la corretta valutazione delle prove d'esame, che si basa anche sul confronto tra i risultati conseguiti da tutti gli studenti, e dunque provocare danni anche a coloro che rispettano le regole.
Comportamenti non corretti rilevati nel corso delle prove d'esame oppure nella fase di correzione dei compiti portano all'annullamento della prova per gli/la studenti/esse coinvolti/e, con impossibilità di presentarsi ai successivi appelli della medesima sessione d'esame.
Attenzione: l’organizzazione della prova scritta è differente tra preappello e prova d’esame degli appelli; leggere attentamente il seguente regolamento d’esame
Esame:
L’esame è composto da una prova scritta e da un colloquio orale da sostenersi negli appelli a calendario.
Durante l’anno di corso è possibile sostenere un preappello denominato «prova generale»
Agli studenti frequentanti è altresì offerta la possibilità di sostenere l’esame con le seguenti modalità:
Partecipazione a due esoneri parziali (parte generale e parte speciale) il cui risultato (ponderato secondo questa regola: 67% il primo e 33% il secondo) andrà a costituire la media finale.
I risultati della discussione dell’ «analisi per casi» permettono di incrementare il voto fino a 2 punti
Per incrementare ulteriormente il voto gli studenti frequentanti possono, in alternativa:
partecipare alla «prova generale» rispondendo a 6 delle domande a risposta chiusa (che saranno preventivamente indicate):  incremento massimo 3 punti, nel caso in cui le risposte siano tutte errate il voto resterà quello di partenza
partecipare agli orali della sessione estiva: in questo caso il voto potrà essere migliorato fino a 2 punti ma, nel caso sia manifesta una scarsa preparazione potrà, essere ridotto fino ad un massimo di 2 punti. Il rifiuto del risultato del colloquio integrativo cancella il risultato dei preappelli e dell’ «analisi dei casi».
Il primo esonero si compone di 14 domande multiple choice (1 punto ciascuna) 2 domande a completamento (3 punti ciascuna) e 2 domande aperte (5 punti ciascuna). Tempo a disposizione 1 ora e 30 minuti (voto max raggiungibile 30)
Il secondo esonero si compone di 14 domande multiple choice (1 punto ciascuna) 2 domande a completamento (3 punti ciascuna), 1 domanda aperta (5 punti) ed un esercizio (5 punti). Tempo a disposizione 1 ora e 30 minuti (voto max raggiungibile 30)
La prova generale e la prova scritta degli appelli ordinari si compongono di 28 domande multiple choice (0,5 punti ciascuna) e 2 domande a completamento (3 punti ciascuna) 1 domanda aperta (5 punti) ed un esercizio (5 punti). Tempo a disposizione 2 ore (voto max raggiungibile 30)
I frequentanti potranno sostenere l’esame con il programma svolto in aula per tutte le sessioni (estiva, autunnale ed invernale) del proprio anno di corso.
Qualora durante al primo o al secondo appello non si arrivi alla sufficienza, lo studente non potrà presentarsi al relativo secondo/terzo appello