Facoltà di Economia

Lucia LeonelliProf.ssa Lucia Leonelli
Preside della Facoltà

La Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" è un centro di formazione e di ricerca di eccellenza, riconosciuto a livello nazionale ed internazionale, ed è costituito da due dipartimenti: Economia e Finanza e Management e Diritto.

Continua a leggere la presentazione della Facoltà


La Facoltà di Economia è costituita dai dipartimenti:

Dipartimento di Economia e Finanza

Prof. Vincenzo Atella
Direttore

Dipartimento di Management e Diritto

Prof. Alessandro Mechelli
Direttore

Iscrizioni e Trasferimenti

In questa sezione trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno per accedere alla nostra offerta formativa (bandi, test di ammissione, borse di studio, residenze e alloggi...)
Il tuo futuro comicia da qui!

Terza Missione

La Facoltà di Economia, da sempre impegnata a favore della crescita del tessuto socioeconomico italiano e nella cooperazione internazionale, declina la sua Terza missione impegnandosi in una ricerca di eccellenza utile a fini produttivi, capace di contribuire all’avanzamento della conoscenza, dei saperi culturali, scientifici e tecnologici atti a migliorare il benessere della società, attraverso una formazione di qualità, la creazione di partnership istituzionali e progetti con le imprese e per il territorio, il supporto della proprietà intellettuale e dell’imprenditorialità, il placement dei propri laureati, la promozione di iniziative volte a garantire sviluppo sostenibile, innovazione sociale, civic engagement e resilienza.

Scopri di più...

Menzione speciale Premio Socialis 2021 a Tommaso Sensi per la tesi "Rigenerazione urbana sostenibile" supervisionata dalla Prof. Gloria Fiorani

Non solo Economia

 

Con una tesi dal titolo “Rigenerazione urbana sostenibile: città a prova di pandemia post Covid-19”, ha ricevuto la Menzione speciale del Premio Socialis 2021 Tommaso Sensi, laureato in "CSR e Rendicontazione Sociale" - Corso di Laurea Magistrale in Gestione degli Intermediari Finanziari.

 

 

Selezionato tra le oltre 1000 tesi presentate per il bando 2021, il lavoro svolto da Tommaso Sensi, sotto la supervisione della Relatrice Prof. Gloria Fiorani del Dipartimento di Management e Diritto, ha ricevuto grande apprezzamento dalla Commissione per il rigore delle analisi e per la proposta di "ripensamento delle città" in ottica di sostenibilità. La Menzione speciale è stata pertanto attribuita per la seguente motivazione: "L'elaborato analizza con metodologia rigorosa il tema attualissimo della rigenerazione urbana, intesa come strategia valida per rendere possibile lo sviluppo sostenibile nelle città e con particolare riguardo alla sfera economica, sociale e ambientale. La tesi si articola con riferimenti all'Agenda 2030 e con temi correlati alla rigenerazione, soffermandosi su alcune delle più importanti città europee e fornendo una documentazione analitica molto accurata".

Il Premio Socialis, promosso dall'Osservatorio Socialis e giunto alla sua XIX edizione, è un riconoscimento per lavori di studio e ricerca su temi quali la responsabilità sociale delle imprese, lo sviluppo sostenibile, l’impegno per l’ambiente, il sostegno alla cultura, l’etica nell’economia, l’attenzione alle risorse interne delle organizzazioni, il marketing sociale, il welfare aziendale, le iniziative per il non profit e il sostegno umanitario. 

Moderata da Roberto Orsi, Direttore dell'Osservatorio Socialis, la Cerimonia di premiazione dell'appuntamento 2021 si è svolta il 3 dicembre, trasmessa in live streaming dall'Università Mercatorum (v. Programma).

Ispirato dalle proposte dei giovani vincitori del Premio, all'interno dell'evento di premiazione, il Talk sul tema centrale dell'edizione 2021 “Next Generation: agire ESG per un futuro migliore” ha visto la partecipazione di illustri esponenti del mondo dell'impresa e delle istituzioni, tra i quali la Prof. Gloria Fiorani nel primo Panel "Raccogliere le energie per crescere e competere" .

Al centro del dibattito, riflessioni e raccomandazioni per affrontare lo scenario post-pandemico e per costruire "a quattro mani" una ripresa realmente sostenibile, alla luce delle opportunità dischiuse dal PNRR e ai fini di una effettiva implementazione dei principi ESG delle Nazioni Unite per investimenti responsabili, ponendo particolare attenzione alle azioni atte a promuovere percorsi formativi in grado di sviluppare quelle competenze trasversali necessarie a creare efficaci capacità di "messa a sistema" dei nuovi modelli di crescita integrati (v. articolo su Il Messaggero del 9 dicembre 2021).

 

(A cura dell'Ufficio Public engagement Economia)

Per saperne di più:

 

Principali Notizie PE Economia correlate:

 

 


Vedi Highlights Sezione Non solo Economia 

 

√  Consulta la Sezione Iniziative PE-Economia