Facoltà di Economia

Gianluca CubaddaProf. Gianluca Cubadda
Preside della Facoltà

La Facoltà di Economia dell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" è un centro di formazione e di ricerca di eccellenza, riconosciuto a livello nazionale ed internazionale, ed è costituito da due dipartimenti: Economia e Finanza e Management e Diritto.

Continua a leggere la presentazione della Facoltà


La Facoltà di Economia è costituita dai dipartimenti:

Dipartimento di Economia e Finanza

Prof. Fabrizio Mattesini
Direttore

Dipartimento di Management e Diritto

Prof. Maria Cristina Cataudella
Direttore

Iscrizioni e Trasferimenti

In questa sezione trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno per accedere alla nostra offerta formativa (bandi, test di ammissione, borse di studio, residenze e alloggi...)
Il tuo futuro comicia da qui!

Terza Missione

La Facoltà di Economia, da sempre impegnata a favore della crescita del tessuto socioeconomico italiano e nella cooperazione internazionale, declina la sua Terza missione impegnandosi in una ricerca di eccellenza utile a fini produttivi, capace di contribuire all’avanzamento della conoscenza, dei saperi culturali, scientifici e tecnologici atti a migliorare il benessere della società, attraverso una formazione di qualità, la creazione di partnership istituzionali e progetti con le imprese e per il territorio, il supporto della proprietà intellettuale e dell’imprenditorialità, il placement dei propri laureati, la promozione di iniziative volte a garantire sviluppo sostenibile, innovazione sociale, civic engagement e resilienza.

Conclusa l’edizione 2020 del Festival dello Sviluppo sostenibile: il Prof. Giovannini racconta impegno, risultati e percorsi futuri

A Economia spiegata

 

 

Si è svolta l’8 ottobre, in occasione del quinto anno dalla sottoscrizione dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e della ricorrenza del 75° anniversario delle Nazioni Unite, la diretta streaming dell’evento conclusivo del Festival dello Sviluppo sostenibile 2020 promosso dall’ASviS-Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile e seguito da ben 40.000 persone sui canali social ASviS: a fare il punto sull’edizione di quest'anno, illustrando percorso e risultati dei 17 giorni della manifestazione in Italia e nel mondo, è stato il Prof. Enrico Giovannini del Dipartimento di Economia e Finanza, Portavoce dell’ASviS e Coordinatore del Comitato per l’attuazione mission e vision per lo sviluppo sostenibile di Ateneo.

 

 

Giunto alla IV edizione, il Festival rappresenta la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare cittadini, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, realizzando un cambiamento culturale e politico in grado di dare concretezza all’Agenda 2030 dell'ONU e ai 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile. Nel corso degli anni, sono andate via via aumentando attenzione e partecipazione in tutto il Paese intorno a questa manifestazione, segno della crescente sensibilità rispetto alle questioni al centro dell’impegno dell’ASviS.

La conferma è arrivata dall'appuntamento 2020 che ha visto “una partecipazione straordinaria, un successo oltre le aspettative, nonostante le difficili condizioni in cui si è svolto”: è il commento del Prof. Giovannini.

812 eventi in cartellone (in presenza e online, in Italia e nel mondo), più di 24,8 milioni di persone raggiunte con le dirette streaming, con circa 1,6 milioni di visualizzazioni, 50 milioni le persone raggiunte con la campagna di comunicazione via social, rafforzate le partnership istituzionali che hanno contribuito a veicolare il messaggio del Festival, numerosi gli stimoli e molte le richieste emerse nel corso di oltre due settimane provenienti dalla società civile e dagli attori del territorio: questi alcuni numeri e fatti della manifestazione che quest’anno, grazie alla collaborazione con il MAECI, ha mobilitato anche la rete estera (oltre 30 le ambasciate, i consolati e gli istituti di cultura in 5 Continenti che hanno partecipato con circa 40 iniziative, coinvolgendo autorità di accreditamento, aziende e organizzazioni della società civile).

 

 

“Il Festival ha dimostrato di essere non solo una serie di eventi, ma anche opportunità per iniziative innovative dedicate a tutti e a tutte le età, e per incontri di riflessione sul futuro del Pianeta con esperti provenienti da tutti i Continenti. Oltre a mobilitare persone, imprese e istituzioni, è stata anche l’occasione per spiegare al resto del mondo qual è il percorso che l’Italia sta compiendo verso i target dell’Agenda ONU, come stiamo lavorando per raggiungere i 17 Goal dello sviluppo sostenibile. Resilienza trasformativa: questo il paradigma chiave del Festival, sin dalla sua prima edizione”, ha sottolineato il Prof. Giovannini nella sua relazione, presentando il Rapporto ASviS 2019 e fornendo aggiornamenti sull'impegno della comunità internazionale per l'attuazione del piano di azione ONU, sullo stato di avanzamento rispetto all'attuazione degli SDGs, oltre ad illustrare un quadro di proposte di policy per l’implementazione di un efficace programma di azioni in grado di riorientare l’attuale modello di sviluppo.

 

Chiaro il monito, racchiuso nello slogan 2020 del Festival: “È ora di agire”, di procedere con maggiore determinazione e con una visione più integrata, per accelerare la transizione verso la sostenibilità economica, sociale e ambientale, secondo un criterio di giustizia intergenerazionale, per una ripresa resiliente, appunto, capace di rispondere in modo positivo alle difficoltà, di rendere il Paese meno vulnerabile a shock futuri, “senza lasciare nessuno indietro”.

   All’incontro, organizzato in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e ospitato nella Sala delle Conferenze Internazionali della Farnesina, sono intervenuti il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, del Ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, il Commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni, il Commissario Generale per l'Italia a Expo 2020 Dubai, Paolo Glisenti, e il  Vicesegretario generale delle Nazioni Unite, Amina J. Mohammed, oltre al Presidente ASviS, Pierluigi Stefanini, e al Presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, Maria Cristina Pisani.

 

(A cura dell’Ufficio Public engagement Economia)

 

Per saperne di più:

 


√ Vedi la Sezione 

√ Consulta la Sezione   

#PE_5P_Partnership #PE_A Economia spiegata #PE_DEF #PE_Policy making